Notizie Parrucchieri e Bellezza

Notizie e novità dal Mondo della Bellezza
Information and news from the World of Beauty
Informationen und Neuigkeiten aus der Welt der Schönheit
Information et nouvelles du monde de la Beauté
Información y noticias del mundo de la belleza
信息和新闻从美的世界
Информация и новости из мира красоты
المعلومات والأخبار من عالم الجمال


BEAUTY NEWS

L’olio di ricino è il rimedio della nonna per eccellenza. Impiegato in cosmetica già dagli antichi Egizi, proprio perché un portentoso antinfiammatorio ed è elisir di lunga vita, è oggi gettonato per l'estetica fai da te. Ha infatti il potere di infoltire, naturalmente, le sopracciglia e di allungare le ciglia. Cento per cento di origine vegetale, ricco di cheratina e di vitamina E, viene filtrato dalla pianta (ma non dai semi, velenosi) di ricino, lo si trova anche in farmacia per mille benefici. 

Fa bene a curare la pelle screpolata o le vesciche e per rinforzare le unghie. Un cucchiaino al giorno ha l'effetto lassativo, mentre sui capelli scongiura l'effetto crespo, elimina la forfora, li rende morbidi e luminosi e ripara le doppie punte

Si può inoltre affermare che l'olio - applicato almeno una volta al giorno - possa far crescere le lunghezze più velocemente. Ma per chi ha il problema di avere sopracciglia poco folte, ecco che le estetiste consigliano di applicare l'olio di ricino per agevolare la crescita dei peli, prima di poter dare loro la forma desiderata. 

Come fare? La sera, dopo esservi struccate e prima di andare a dormire, prendete un cotton fioc, inumiditelo con qualche goccia di prodotto, e passatelo per tutta l'arcata sopracciliare, lasciandolo asciugare bene e far agire tutta la notte. Se per caso l'olio dovesse entrare a contatto con l’occhio, risciacquatelo con acqua tiepida. In poche settimane vedrete sopracciglia effetto wow e dirà addio alla matita colorante.

Brow, siero sopracciglia stimolante di OrphicaBrow, siero sopracciglia stimolante di Orphica
Brow, siero sopracciglia stimolante di Orphica
Olio nutriente per le sopracciglia di BBB London
Olio nutriente per le sopracciglia di BBB London
Olio di ricino di Zoe Ayla
Olio di ricino di Zoe Ayla


Continua a leggere

Una delle tendenze più nuove emerse dalle collezioni di moda uomo per l'estate 2020 è quella della tuta all-in-one. Se durante il confinamento domestico a causa della pandemia coronavirus siamo stati ossessionati dalle tute sportive, il nostro nuovo oggetto del desiderio sono loro: capi monopezzo che risolvono l'intero outfit tirando una zip o serrando qualche bottone.

Dalle proposte di tessuti e tinte naturali firmate Dolce&Gabbana e Fendi che rimandano subito al mondo del safari o a quello del giardinaggio, alle versioni più inedite delle collezioni maschili Dior e Dsquared2 che, per l'estate 2020, abbelliscono la tuta uomo con stampe dai motivi delicati o dettagli metallici da vero rocker.

Scorrete la gallery per scoprire la nostra selezione di tute all-in-one dalle collezioni di moda uomo primavera estate 2020.

FendiFendiGorunwayDolce&GabbanaDolce&GabbanaGorunwaySalvatore FerragamoSalvatore FerragamoGorunwayDiorDiorGorunwayDsquared2Dsquared2GorunwayOff-WhiteOff-WhiteGorunwayPalm AngelsPalm AngelsGorunwayRick OwensRick OwensGorunway


Continua a leggere

Banksy occupy Ferrara. Da sabato oltre un centinaio di opere del celebre street-artist inglese saranno esposte a Palazzo dei Diamanti, cuore rinascimentale della città estense. L’accostamento sorprende ed è una buona notizia, vista la miriade di mostre, più o meno valide, che nel nostro Paese gli sono state recentemente dedicate (l'ultima, a Palazzo Ducale di Genova, solo pochi mesi fa).

Un artista chiamato Banksy (dal 30 maggio al 27 settembre, www.palazzodiamanti.it) propone 130 opere che, secondo i curatori Gianluca Marziani, Stefano Antonelli e Acoris Andipa, sono state rigorosamente autorizzate «dal gruppo di Banksy», cioè dalla Pest Control Office Limited, la società che tutela il marchio di Banksy (sì, è regolarmente registrato). Molte sono celeberrime, come Girl with Ballon o Love is in the air o la dissacrante Monkey Queen. A queste si aggiunge una serie di oggetti e memorabilia ufficiali provenienti da Dismaland, il “parco di divertimenti non adatto ai bambini” che Banksy provocatoriamente creò cinque anni nel Somerset, a sud ovest dell’Inghilterra.

Love Is In The Air (Flower Thrower), 2003
Love Is In The Air (Flower Thrower), 2003
Dario Lasagni

A Ferrara vedremo qualcosa di nuovo? Certamente no: tra dipinti, stencil e moltissime serigrafie (la tecnica a lungo prediletta, ora abbandonata), ripercorriamo le tappe salienti del Banksy-pensiero, nato per essere esposto per strada, per parlare ai passanti. Tuttavia, che la mostra sia allestita a Palazzo dei Diamanti, tempio laico del Rinascimento italiano, ne accresce il fascino. Vedremo un Banksy “più che musealizzato”: interessante.

Mickey Snake, 2015
Mickey Snake, 2015

L’artista – o, come più probabile sia, il collettivo di artisti che lavora al progetto – è un’epifania pop, un brand che tutti conoscono e che spesso entra nel dibattito pubblico (ne abbiamo parlato qui e qui). Durante il recente lockdown, dopo un iniziale silenzio, è tornato a esprimersi: lo ha fatto ironizzando sullo smartwork cui tanti di noi sono stati costretti, con un ironico post su Instagram subito diventato virale:

Un mese fa, poi, il gesto eclatante: la donazione al General Hospital di Southampton dell’opera  Game Charger, che rappresenta un bambino mentre, messi da parte Batman e Spiderman, sceglie di giocare con una “wonder-infermiera”. Il dipinto, un omaggio al personale medico e sanitario per il duro lavoro contro il coronavirus, rimarrà esposto in ospedale fino all’autunno, quando sarà messo all’asta per raccogliere fondi per l’NHS, il National Health Service britannico.

A dire il vero, l’opera ha rischiato grosso: si è saputo proprio in questi giorni che un uomo è stato fermato nel tentativo di rubarla. Pare che il ladro si fosse introdotto nell’ospedale all’alba dell’8 maggio, pochi giorni dopo la donazione dello street artist all’ospedale pubblico, ma la notizia è emersa solo questa settimana. Furto sventato, dunque. L’ennesimo, dopo l’arresto a febbraio di altre due persone che stavano letteralmente “strappando”, a suon di trapani, il celebre murales che Banksy aveva realizzato su un cartello pubblicitario vicino al Centre Pompidou, a Parigi.

Il mercato pare sempre affamato dei suoi lavori, più o meno ufficiali: la Banksy-mania è continuata durante la quarantena con una profusione di materiale digitale a lui dedicato (se amate i murales, ecco i migliori lavori dello street artist visibili anche “da casa”, grazie a Google Street View).

L’art world reagisce perplesso: molti ritengono che Banksy abbia esaurito da tempo la sua carica dirompente e sia diventato solo un prevedibile fenomeno di marketing. Può essere. Per questo, osservare i suoi primi lavori – come sarà possibile fare anche nella mostra a Ferrara – è utile per coglierne la parabola artistica, al di là della creatura mediatica che è diventata.

In apertura: Banksy, Get Out While You Can, 2004

Girl with Balloon, 2004-2005
Girl with Balloon, 2004-2005
Dario Lasagni


Continua a leggere

Se siamo a caccia di esercizi per dimagrire ci sarà un motivo. Il lockdown infatti non ha cambiato solo le abitudini. La vita sedentaria e il poco movimento hanno inevitabilmente gravato sulle bilance, ci si vede appesantite e si è detto addio alla pancia piatta. È emerso da uno studio di In a Bottle che, in media, le italiane sono aumentate di tre chilogrammi. Il consiglio del nutrizionista Luca Piretta è di “Suddividere l’apporto calorico giornaliero in modo più funzionale alle necessità dell’organismo e dei suoi ritmi crono-biologici. La distribuzione dovrebbe essere fatta con il 30% a colazione, assumendo latte o derivati, cereali e un frutto. Un altro 30% a pranzo, preparandosi un primo con un contorno, e il 20% a cena, in cui mangiare un secondo accompagnato sempre da un contorno. Il restante 20%, infine, andrebbe suddiviso in due spuntini di metà mattina e di metà pomeriggio, in cui assumere della frutta o un frullato. Anche l'idratazione è fondamentale per smaltire i grassi: consumare i canonici 1,5 o 2 litri di acqua durante la giornata e, nel caso di attività fisica e temperature alte, anche 3 litri”. La corretta formulazione dell’alimentazione quotidiana e la giusta attività motoria devono viaggiare su binari paralleli. E qui veniamo a noi: quali sono i migliori esercizi per dimagrire, senza poter ancora andare in palestra? Ve ne proponiamo 5. 

Camminare

È sicuramente ottimo per rimettersi in forma, specie per chi ha la fortuna di vivere in posti verdi. Chi non saprà dove andare potrà optare per il salire le scale, altro esercizio aerobico iper tonificante. 

Saltare la corda

Tutte dovrebbero averne una. In caso contrario, è facilmente reperibile su qualche store online. Forse non ricorderete quanto sia portentoso: si eliminano 800 calorie all'ora e lavorano contemporaneamente braccia, gambe e addominali.

Squat con palla medica

Non è come bere un bicchiere d'acqua: la fatica c'è e si sente. Ma i risultati si vedranno in poco tempo. Come fare? Eseguite gli squat tenendo la palla medica in mano. Poi, mentre scendete, lanciatela in aria e riprendetela al volo mentre risalite.

Gli affondi

L'alleato per “affondare” i chili nel modo più veloce possibile e per asciugare le gambe. Usate pesi o manubri per più intensità. 25 minuti così aiutano a eliminare circa il 40% d'adipe.

Andate su Instagram

Per chi vuole un po' di compagnia, ci pensano le Insta-trainer a rimettervi in forma. Potete creare un vostro circuito seguendo i loro consigli o danzare per asciugare il fisico.

LEGGI ANCHE Perché vengono e come prevenire le smagliature



Continua a leggere

Dopo il cestino di vimini (vedi Jane Bikrin), la tracolla di pelle stile anni 70 è la borsa più amata dalle francesi: dinamica ed essenziale, questo modello è la compagna ideale della donna moderna. Per l'estate 2020, Louis Vuitton presenta la sua versione: stiamo parlando della nuova borsa LV Pont 9.

Il nome è un omaggio Pont Neuf, il più antico e celebre ponte parigino, situato di fronte al quartier generale della Maison. Il design è compatto, geometrico e raffinato: la borsa è realizzata in palle di vitello liscia leggermente imbottita, mentre la chiusura richiama il Louis Vuitton Circle, il logo degli anni 30, preso dall'archivio e ri-adattato dal Direttore Creativo Nicolas Ghesquière. 

Qui sotto potete scoprire il video in anteprima per Vogue.it



Continua a leggere

Non ha paura di dire ciò che pensa e per questo è amata e seguita da oltre 600mila followers su Instagram. L'Estetista cinica, al secolo Cristina Fogazzi, nel giro di pochi anni ha messo su un vero impero del mondo del beauty, tra il centro estetico di Milano e un e-commerce che ha fatturato 10 milioni di euro solo nei due mesi di lockdown. A Fanpage.it ha raccontato le sue ultime sfide e ha dato qualche consiglio utile per tornare di nuovo in forma e combattere quel mostro chiamato cellulite.Continua a leggere

Continua a leggere

Realizzare un tonico viso fai da te, in grado di rispondere alle specifiche esigenze della nostra pelle, è possibile ed è estremamente semplice. Basterà individuare gli ingredienti naturali più adatti in caso di cute grassa, secca o mista. Ecco allora tre facili ricette per realizzare dei tonici fai da te efficaci e naturali.Continua a leggere

Continua a leggere

Se vi stavate chiedendo che tempo fa a Los Angeles, ci pensano Lady Gaga e Ariana Grande ad aggiornarvi: le previsioni di oggi sono piovose, con possibilità di alta moda. Le due artiste hanno pubblicato su Instagram un video relativo al loro nuovo singolo, "Rain On Me", che fa parte di Chromatica, il nuovo album di Lady Gaga, il sesto della sua carriera, in uscita il 29 maggio. Il brano, uscito lo scorso venerdì, in cui appunto le due pop star per la prima volta duettano, è già ai vertici di tutte le classifiche digitali nei principali mercati del mondo a partire dagli Stati Uniti (n.1 sia nella classifica USA che nella Global di Spotify). Ad accompagnarlo un video girato da Robert Rodriguez che ha già totalizzato oltre 48 milioni di views in pochi giorni.

"Rain On Me" è la seconda anticipazione di “Chromatica” dopo “Stupid love”, arrivato ai vertici della classifica radio italiana e ancora stabile, dopo 12 settimane dalla sua uscita, nella Top 3 dei brani più programmati dalle radio.

Nella nuova clip, loro si trasformano in "Chromatica Weather Girls", e offrono agli spettatori le previsioni dalle loro case in California. Non c’è dubbio: sono le “meteorologhe” più glamour che abbiamo mai visto.

"Mentre alcuni si lamentano dell'acquazzone, noi vorremmo festeggiare la pioggia", dice Lady Gaga. “Il mondo sta risorgendo verso la gentilezza, noi celebriamo la pioggia di cui il mondo ha così disperatamente bisogno per placare la sete della terra". Fuori campo, intanto, ci sono assistenti che tengono un tubo dell'acqua sopra gli ombrelli, creando un acquazzone davvero convincente.

Nella clip la moda resta quella futuristica che le due hanno sfoggiano nel video musicale del singolo, che è stato rilasciato la scorsa settimana.

Lady Gaga sfoggia una tuta di Garo Sparo con gonna e guanti "splashing water". Completano il look degli occhiali da sole spettacolari in cristallo rosa di A-Morir, abbinati al colore dei suoi capelli, ovviamente. Ariana Grande, invece, indossa un mini abito scozzese con lo stesso eyeliner alato bianco che sfoggia nel video musicale

Chromatica sarà disponibile in diversi formati: cd standard, cd deluxe con 3 brani, vinile standard, musicassetta, vinile picture disc limited. Inoltre, Lady Gaga ha lanciato una nuova linea di merchandising e un esclusivo vinile colorato disponibile su ladygaga.com

Venerdì 29 maggio i fan di LADY GAGA avranno la possibilità di festeggiare, anche se in modo virtuale, l’uscita del disco seguendo a partire dalle ore 19:00 il profilo ufficiale della creator Lilly Meraviglia (@lillymeraviglia).

La celebre creator italiana suonerà i brani del disco in un Dj Set in diretta su Instagram, li commenterà e festeggerà insieme a tutti i fan, che insieme a lei potranno imparare a conoscere le nuove tracce di “Chromatica”, e scatenarsi sulle loro note trascorrendo una serata “insieme” all’insegna di Musica e divertimento, come ad un vero evento di lancio. Dress code: COLORATO e STRAVAGANTE, seguendo lo stile iconico di Lady Gaga.

Alcuni fortunati fan di Lilly e di Lady Gaga potranno intervenire collegandosi in una diretta condivisa, e tutti gli altri potranno interagire con commenti in diretta.



Continua a leggere

Il principe Harry ha perso la mamma Diana quando era solo un bambino ma, nonostante ciò, la ricorda ancora in modo vivido. Non perde occasione per renderle omaggio ma la cosa particolare è che lo ha fatto con il suo look. Ha infatti indossato la stessa visiera protettiva della principessa a più di 20 anni di distanza.Continua a leggere

Continua a leggere

Marie Cau è la prima donna transgender a essere eletta sindaco in Francia. I cittadini del piccolo comune di Tilloy-lez-Marchiennes, al confine con il Belgio, non l'hanno eletta prima cittadina per la sua sessualità, ma per il programma a cui hanno voluto affidare le proprie speranze di cambiamento e che punta l'attenzione sull'ecologia.Continua a leggere

Continua a leggere

La poetica del cinema d’una volta che inizia proprio con una locandina handmade: la sfida dei gemelli registi Fabio e Damiano D’Innocenzo continua, con stile. Il loro ultimo lavoro, Favolacce, premiato come migliore sceneggiatura con l’Orso d’argento al Festival di Berlino, vanta ora un nuovo “racconto visivo”. Si tratta del director’s cut del poster (l'immagine in apertura di questo articolo). Ecco come lo descrivono i due autori: “È il remake del poster originale da noi realizzato" – parola dei D’Innocenzo - "lavorando concretamente sulla materia con l’uso di coltelli, pennelli, fiori polvere e terra. Nasce dal desiderio di scardinare l’armonia classica di una locandina cinematografica per restituire visivamente il sentimento del film: l’inquietudine del disordine, l’esasperazione degli elementi, l’accumulo degli imput visivi. La bulimia del linguaggio che si accartoccia su se stesso producendo, come risultato globale, la morte dell’estetica.”

La locandina-remake dei fratelli D'Innocenzo
La locandina-remake dei fratelli D'Innocenzo

La fiaba nera con Elio Germano, ambientata in una periferia indefinita della provincia romana, ha sconvolto e affascinato pubblico e critico. Attraverso la storia di alcune famiglie e dei loro figli teenager si mostra cosa si annida dietro la facciata della normalità. Mettendo in scena gli incubi peggiori di ogni genitore e sbattendo in faccia a questi abitanti il loro perbenismo attraverso rabbia e disperazione dei ragazzi, si arriva ad un’esplosione di violenza incontenibile.

Un frame dal film
Un frame dal film
Un altro momento di Favolacce
Un altro momento di Favolacce

La pellicola si ritrova testa a testa con il Pinocchio di Matteo Garrone, grazie a 9 nomination ottenute ai Nastri d’argento, e intanto è disponibile on demand su alcune piattaforme streaming, da SkyPrimaFila Premiere a Timvision, Rakuten TV e Google Play. Ora è anche disponibile il podcast di Favolacce con le voci dei registi Fabio e Damiano D'Innocenzo oltre agli interpreti Elio Germano e Max Tortora con le musiche di Sparkle in Grey, disponibile per l’ascolto a questo link.

Elio Germano in Favolacce
Elio Germano in Favolacce

Non stupisce che - dopo il debutto de La terra dell’abbastanza e il successo di Favolacce - i due si dedichino alla scrittura e alla realizzazione di una serie tv che indaga l’animo umano in tutta la sua abissale complessità. “Siamo orgogliosi e grati" – hanno dichiarato i registi - "di essere gli autori e realizzatori della prima produzione in house italiana di Sky Studios, un noir investigativo. Sky Studios parla la nostra stessa lingua in termini di ricercatezza, coraggio e ambizione narrativa. La serie che realizzeremo assieme sarà la somma di questo comune bisogno di osservare il mondo da angolazioni inedite e insospettabili.”

In apertura, un ritratto di Fabio e Damiano D'Innocenzo



Continua a leggere

Tendenza moda primavera estate 2020: vestiti estivi boho chic. Modelli, idee di styling e look da copiare ora

Un mix di colori, fantasie e tendenze, una vera rapsodia moda che colpisce l'occhio con la sua vivacità. È un inno alla spensieratezza, alla creatività e alla voglia di esprimersi: il gilet si porta sopra a un vestito lunghissimo, il paisley è abbinato al pizzo, mentre il crochet è perfetto con i materiali più naturali, come la rafia, il vimini e il legno ( pensiamo alle borse di paglia e agli zoccoli). La contaminazione tra idee e culture è vincente nei look estivi 2020 e mette alla prova le nostre capacità di styling. Il capo cult è il vestito estivo boho-chic, pronto per essere personalizzato seguendo la propria personalità.

Come personalizzare il look:

  • Indossa in testa un cappello di paglia tracciata, una cuffia lavorata a uncinetto o un foulard.

  • Scegli un paio di scarpe flat, sandali con lacci o espadrillas. Se ami il tacco, opta per le zeppe o gli zoccoli di legno.

  • Se il vestito è lungo, stringilo in vita con una cintura di cuoio o di corda.

  • Completa l'outfit con un gilet o bolero.

  • Per i gioielli, via libera a materiali riciclati, pietre dure e conchiglie.

Alberta FerrettiAlberta FerrettiCelineCelineDiorErdemErdemEtroEtroEtroMarc JacobsMarc JacobsSaint LaurentUlla JohnsonZimmermannZimmermann


Continua a leggere


X

privacy